Ispirato alla SCUOLA DI SAGGEZZA fondata da HERMANN KEYSERLING a Darmstadt nel 1920, il Blog propone le iniziative culturali organizzate dalla omonima Associazione Culturale Il blog é agganciato all'omonimo canale Youtube contenente i video Hangout dei webinar gratuiti periodici organizzati da Sabato Scala e dalla sua compagna Fiammetta Bianchi con lo scopo di costruire, partendo dall'ideale della Saggezza, le fondamenta per un radicale rinnovamento dell'umanità .

Marsanes

Marsanes

…(10 linee mancanti) … e una ricompensa. Essi vennero a sapere; lo trovarono con un cuore puro, (e) non furono afflitti da lui con
malvagità. A coloro che vi ricevettero sarà data la loro ricompensa scelta per aver resistito e allontanato il male da loro. Ma lascia che nessuno di noi sia afflitto e pensi nel suo cuore a quel grande Padre [...]. Perché tiene
in considerazione tutti e si prende cura di tutti loro. Ed ha indicato loro il suo [...]. Quelli che…
... (10 linee mancanti) ... al primo.
Ma per quanto riguarda il tredicesimo sigillo, il l’ho stabilito, insieme alla sommità della conoscenza e la certezza del riposto. I primi e i secondi e il terzo sono terreni e materiali. Vi ho informato riguardo a questi, ciò che dovreste [...] i vostri corpi. E il sensibile potere vorrà [...] quelli che riposeranno e coloro che si asterranno dalla passione e dalla divisione dell'unione.
Il quarto e il quinto, che sono sopra, questi che siete venuti a conoscere [...] divino. Esiste dopo il [...] e la natura del [...], che ê, l’uno che [...] tre. E li ho informati di [...] nei tre [...] da questi due. Li ho informati riguardo a esso, quello che ê incorporeo… (1 linea mancante) … e dopo [...] all'interno di [...] ogni [...] quale [...]vostro [...]. Il quinto, riguardo alla conversione di quelli che sono presso di me e riguardo coloro che abitano in quel luogo.
Ma il sesto, riguardo a quelli autogenerati, riguardo a quelli incorporei che esistono parzialmente, insieme a coloro che esistono nella verità di tutto il [...] per capire ed assicurare. E il settimo, riguarda la potenza autogenerata, che è il terzo perfetto [...] quarto, riguardo alla salvezza e alla saggezza. L'ottavo, riguarda la mente, che è maschile, che è comparsa all'inizio e (riguardo) a ciò che è incorporeo e al mondo comprensibile. Il no-
no, [...] della potenza che ê comparsa all'inizio. Il decimo, riguarda Barbelo, il [...] vergine dell’Eone. L'undicesimo e il dodicesimo parlano di quell’invisibile che possiede tre potenze e lo spirito che non ha essere, appar
tenente alla prima ingenerata. Il tredicesimo parla di quello silenzioso chi non è stato conosciuto e del primato di quello chi non era distinto.
Perciò Io sono colui che ha capito quello che veramente esiste, se parzialmente o interamente, secondo la differenza e l’identità, quello che esiste dall'inizio nell'intero luogo che è eterno, <come> tutti quelli che sono entrati nell'esistenza, se sono senza essere o con essere, coloro che sono ingenerati e gli eoni divini, insieme agli angeli e alle anime che sono senza astuzia e agli indumenti dell’anima, le somiglianze di quelli semplici. In seguito, sono state mescolate con [...] loro. Ma ancora [...] l’intero essere [...] che imita l’essere incorporeo e l’insostanziale. Infine l'intera contaminazione fu salvata, insieme all’immortalità della precedente. Ho riflettu
to ed ho raggiunto il confine del mondo percettibile. <Io sono venuto alla conoscenza> da parte a parte dell’intero luogo dell'essere incorporeo e sono venuto a conoscenza del mondo comprensibile. <Sono venuto a conoscenza>, di ciò su cui stavo riflettendo, (ovvero) se il mondo percettibile è sotto tutti gli aspetti interamente degno di salvezza.
Perciò non ho cessai di parlare dell’Uno autogenerato, [...] mi sono trasformato [...]da parte a parte l'intero luogo. Egli ê disceso; ê disceso ancora <dall’>ingenerato colui che è esistito, che è lo Spirito. Quell'Uno che esiste prima che tutti raggiungessero l’autogenerato divino. Quello che ê stato cercato [...] ed esiste [...] ed ê come
[...] e da [...] che divide [...] Io sono divenuto[...] per molti, poiché è manifesto che cha salvato una grande moltitudine.
Ma dopo tutte queste cose, sto cercando il regno del Tre Volte Potente, che non ha inizio. Da dove egli appare e agisce per riempire l'intero luogo con la sua potenza? E in che senso l’ingenerato ê venuto all'esistenza, per cui essi furono ingenerati? Quali sono le differenze fra gli eoni? Per quanto riguarda coloro che sono ingenerati, quanti sono? E in che senso differiscono l'uno dall'altro?

Quando avevo chiesto queste cose, percepii che aveva operato dal silenzio. Egli esiste dall'inizio fra quelli che
veramente esistono, colui che appartiene a quello che esiste. Ce n’ê un altro che, esistendo dall'inizio, appar
tenente a quello che lavora all'interno di quello silenzioso. E il Silenzio [...] suoi lavori. Per tanto come questo
[...], l’Uno che opera dal silenzio che appartiene all’Ingenerato Uno fra gli eoni e dall'inizio non ê stato. Ma l'energia di quel uno <è> il Tre Volte Potente, quello ingenerato prima dell’Eone, non avendo essenza. Ed ê possibile ledere la supremazia del silenzio di quello silenzioso, cioè, la supremazia dell'energia del Tre Volte Potente. Quello chi esiste, che è silenzioso, che è sopra il cielo [...], ha rivelato quello Tre Volte Potente e il Primo Perfetto.
Quando egli [...] alle potenze, essi si rallegrarono. Quelli che sono presso di me sono stati perfezionati insieme a tutto il resto. E tutti essi hanno benedetto il Tre Volte Potente, uno per uno, che è il Primo Perfetto, benedicendolo nella purezza, dappertutto pregando il Signore, che esiste prima del tutto, di [...] Tre Volte Potente. [...] il loro culto [...] me stesso ed io continuerò a domandare come sono diventati silenziosi. Comprenderò il potere che ottengo in onore.
La terza potenza del Tre Volte Potente, quando lei lo aveva percepito, mi disse, “ê silenziosa affinché possiate conoscere; e affrettarvi a venire prima di me. Ma capite quello che era silenzioso e otterrete la comprensione.” Perciò la potenza mi sta assistendo, conducendomi nell’Eone che è Barbelo, il Vergine maschio.
Per questo motivo il Vergine è diventato maschio, perché era stato diviso dal maschio. La conoscenza si è levata in piedi all'esterno di lui, perché appartiene a lui. E colei che esiste, lei che l’ha cercato, lo possiede, appena quello Tre Volte Potente lo possiede. Ella si è ritirata da loro, da queste due potenze, poiché esiste fuori di quella grande, come lei [...] che è sopra [...], che è silenziosa, cui è stato dato questo comando: essere silenziosa. La sua conoscenza, la sua ipostasi e la sua attività sono quelle cose di cui la potenza del Tre Volte Poten
te, <dice>, “noi tutti ci siamo ritirati in noi stessi. Ci siamo trasformati in silenziosi e quando siamo venuti a conoscere, chi è, il Tre Volte Potente, noi ci siamo piegati in giù; noi [...]; lo abbiamo benedetto [...] su noi.” [...].
[...] che lo spirito invisibile e corso fino al suo luogo. Il luogo intero ê stato rivelato; L’intero luogo si ê disteso
<fino a che> ha raggiunto la regione superiore. E partito ancora; si adoperò perché il luogo intero fosse illuminato e il luogo intero fu illuminato. A voi è stata data la terza parte dello spirito del potere di Quello che possiede le tre potenze. Benedetto è [...]. Egli disse, “O voi che abitate in questi posti, è necessario per voi conoscere quelli che sono superiori a questi e dire di loro alle potenze. Perciò tu sarai scelto con gli eletti negli ultimi tempi, come lo Spirito invisibile corre in alto. E voi stessi, corriate con lui in alto, perché abbiate la grande corona che [...].
Ma il giorno che [...] saranno chiamati con un cenno[...] correranno in alto [...] e il senso percepibile
[...]visibile [...]e essi…
(due pagine sono mancanti e mancano più di 14 linee in cima alla pagina successiva)
… la percezione. È per sempre, non essendo stata, in quello che ê, colui che ê silenzioso, quello che ê dall'inizio, che non ê stato [...] parte di [...] indivisibile. Il [...] considera un… … (approssimativamente 20 linee mancanti) … io stavo abitando fra gli eoni che generano. Poiché mi fu consentito, sono venuto all’essere fra quelli che
non sono stati generati. Ma stavo abitando nel grande Eone, come io[...]. E [...] le tre potenze [...] quello chi possiede le tre potenze. Le tre potenze [...] Quello Silenzioso e il Tre Volte Potente [...]quello che non ha alito.
Abbiamo testimoniato [...] nel… … (approssimativamente 23 linee virtualmente mancanti) … chi non ha alito e colui che esiste in un [...] completamente. E io dico [...] lui alla grande [...] essi lo hanno conosciuto… … (approssimativamente 21 linee virtualmente irrecuperabili) … ê attivo [...]perché, ancora, () la conoscenza [...] ignorante e [...] lui corre il rischio [...] che diventa… … (9 linee virtualmente irrecuperabili)

… quei [...]. Ma ê necessario che un [...] non ha forma [...] a questo uno [...] esiste prima di [...] il pensiero [...] dal inizio[...] l’uno che… … (approssimativamente 6 linee mancano) … questi [...] guardano a [...] in nove [...] la ebdomade cosmica [...] in un giorno di [...] per mai… … (8 linee mancano) … e [...] dopo che molti anni [...], quando ho visto il Padre, sono venuto a conoscerlo e [...] molti [...]parziale [...]per mai [...] quello materiale [...] terreno [...]sopra [...] in più… … (approssimativamente 18 linee mancano) … fuori da [...] in quelli che [...] loro dentro [...] li chiamano. E (così che) la loro nomenclatura, testimonia che
voi stessi che siete inferiori al loro [...] ed la loro ipostasi.
Ma in più, quando… … (approssimativamente 18 linee mancano) … nascosto [...]il terzo potere. L'autorità benedetta ha detto [...] fra i questi e [...] cioê, lei che non ha [...]. Perciò non c’ê gloria [...] né neppure quello che [...]. Perciò effettivamente, quello che… … (approssimativamente 18 linee mancano) … ed i segni dello Zodiaco [...] e il [...] e [...] che non hanno [...]acquistare per [...]rivoluzione [...]. Ma le anime [...] là [...] corpi di[...] anime del cielo [...] intorno a [...] modellano [...] che ê… … (approssimativamente 19 linee virtualmente illeggibili) … tutte le somiglianze [...] loro [...] tutte delle forme [...]formano, di modo che [...] e diventato [...]esse stessi [...] e il [...] gli animali [...] e il…
(2 pagine mancanti)
… là. Ma le loro potenze, che sono gli angeli, sono sotto forma di bestie e animali. Alcuni fra loro sono polimorfi e contrari alla natura, hanno per loro nomi che [...]. Sono divisi e [...] secondo il [...] e [...] nella forma [...]. Ma questi che sono apparenze del suono secondo il terzo provengono dall’essere. E riguardo ciò, tutti queste (osservazioni) sono sufficienti, poiché (già) abbiamo parlato di loro.
Perciò questa divisione avviene ancora in queste regioni nel modo cui abbiamo accennato dall'inizio. Tuttavia, l'anima, d'altra parte, ha forme differenti. La figura dell'anima esiste in questa forma, cioè, (l'anima) che viene all'esistenza in accordo con essa. La figura è la seconda parte sferica, mentre la prima la concede, eEiou, l'anima autogenerata, aeEiouO. Il secondo schema, eEiou, … da quelli che hanno due suoni (dittongo), i primi che sono disposti dopo loro… … (3 linee mancanti) …la luce.
Controlla te stesso, ricevi il seme imperituro, porta frutto e non essere attaccato ai tuoi possessi.
Ma sappi che l’ossitono esiste fra le vocali e i dittonghi sono vicini loro. Ma il corto è inferiore e i [...] sono [...] da loro. Quelli che [...], poiché sono [...] intermedi. I suoni delle semivocali sono superiori alle mute (consonanti). E quelli che sono doppi sono superiori alle semivocali, che non cambiano. Ma gli aspirati sono migliori delle mute inspirate (consonanti). E quelli che hanno volontà intermedia accettano la combinazione in cui loro sono; sono ignari delle cose che sono buone. (Le vocali) sono unite con gli intermedi, che sono di meno. Forma dalla forma, dal sono costituiti> la nomenclatura degli dei e dagli angeli, non perché sono mescolati a vicenda secondo ogni forma, ma soltanto (perché) hanno una buona funzione. Non è accaduto che la volontà <loro> è stata rivelata.
Non mantenerti nel peccato e non osare usare il peccato.
Ma sto parlandoti riguardo alle tre [...]forme dell'anima. La terza forma dell'anima è [...] è sferica, posta dopo esse, dalle vocali semplici: eee, III, ooo, uuu, OOO. I dittonghi erano come segue: IA, Au, ei, Eu, Eu, ou, Ou, oi, Ei, ui, Oi, auei, euEu, oiou, ggg, ggg, ggg, aiau, eieu, Eu, oiou, Ou, ggg, ggg, aueieu, oiou, Eu, tre volte per un'anima maschile. La terza forma è sferica. La seconda forma, essendo posta dopo essa, ha due suoni. La forma della terza anima maschile (è costituita) delle vocali semplici: aaa, eee, EEE, III, ooo, uuu, OOO, OOO, OOO. E questa forma è differente dalla prima, ma si assomigliano e creano suoni ordinari di questo tipo: aeEoO. E da questi (sono fatti) i dittonghi.

Così anche il quarto e il quinto. Riguardo loro, non è permesso rivelarne il soggetto intero, ma soltanto quelle cose che sono apparenti. Vi è stato insegnato riguardo loro, quello che dovreste percepire, affinché, anche essi, possano in tutto cercare e trovare chi sono, o da soli [...], o da ciascun altro, o rivelare i destini che sono stati determinati a partire dall'inizio, per quanto riguarda solo essi stessi, o per quanto riguarda un altro, appena come esistono con ciascun altro nel suono, se parzialmente o formalmente.
Sono stati comandati per presentare, dato che la loro parte è generata e formale. (Sono comandati) entrambe dalle lunghe (vocali), o da quelli di valore di tempo doppio, o dalle corte (vocali), che sono piccoli [...], o gli ossitoni, o gli intermedi, o i baritoni.
E le consonanti esistono con le vocali e sono comandate individualmente e si presentano. Esse costituiscono la nomenclatura degli angeli. Le consonanti sono autoesistenti e poiché sono cambiate, <esse> si presentano agli dei nascosti per mezzo del battimento, picco, silenzio e impulso. Radunano le semivocali, che si presentano a loro con un accordo, poiché è soltanto le doppie immutabili (consonanti) che coesistono con le semivocali.
Ma le aspirate e non aspirate e gli intermedi costituiscono le mute (consonanti). [...] Sono uniti a vicenda e so-no separati dalle altre. Sono comandati, si presentano e costituiscono una nomenclatura ignara. E si trasformano in uno, o due, o in tre, o in quattro, o in cinque, o in sei, fino a sette, avendo un suono semplice, < insieme a > questi che hanno due suoni, [...] il posto delle diciassette consonanti. Fra i nomi, alcuni sono di meno. E poiché questi non hanno essere, o sono una funzione di essere, o dividono la natura della mente, che è maschile, (e) che è intermedia.
E mettiti in quelli che si assomigliano con le vocali e le consonanti. Alcuni sono: bagadazatha, begedezethe, bEgEdEzEthE, bigidizithi, bogodozotho, buguduzuthu, bOgOdOzOthO. E il resto babebEbibobubO [...]. Ma il resto è differente: abebEbibob, affinché tu possa raccoglierli ed è separato dagli angeli.
E ci saranno alcuni effetti. La prima, che ê buona, proviene dalla triade. [...] Ha bisogno… (1 linea mancante) … delle loro forme. La Diade e la monade non assomigliano a nulla, ma sono i primi ad esistere. La Diade, essendo divisa, è divisa dalla monade e appartiene alla ipostasi. Ma la Tetrade ha ricevuto () gli elementi e la
pentade ha ricevuto l'accordo e l’esade ê stata perfeziona da sé. La Ebdomade ricevette la bellezza e l’Ogdoade ricevette [...] pronta… (1 linea mancante) … notevolmente. E la decade rivelò il luogo intero. Ma gli undici e i dodici hanno attraversato [...]non avendo [...] ê più alto [...] sette… … (9 linee virtualmente irrecuperabili) … promette che [...] cominciano a separarli per mezzo di un segno e di un punto, quella che litiga con quello che è un nemico.
Così [...] di essere… (1 linea irrecuperabile) … le lettere [...] in un santo o secondo uno schiavo esistono sepa
ratamente. Ed essi esistono a vicenda nella generazione o nella nascita. E secondo la [...]generazione, non
hanno [...] questi… … (10 linee irrecuperabili) … uno [...] che parla in parabole.
Poiché all'interno del mondo percettibile esiste il tempio, che misura settecento cubiti e un fiume, che [...] all'interno di [...] per mai, essi[...] tre [...] alle quattro [...] segni [...]nubi, e le acque e le forme delle immagini di cera e di alcune somiglianze verde smeraldo.
Per il resto, ti istruirò riguardo loro. Questa è la generazione dei nomi. Quella [...]che non era generata dall'i
nizio… … (9 linee virtualmente irrecuperabili) … tempi, una volta limitato, a volte diffonde, altre si riduce. Ma esiste la parola gentile ed esiste un'altra parola che si avvicina a, essendo [...] in questo modo … (1 linea mancante) … e lui [...] la differenza [...] e il [...] il tutto e un [...] essendo indivisi e la potenza [...] avendo condiviso nella gioia separatamente e [...], se…

… (7 linee irrecuperabile)
… potenza [...] esiste sempre in ogni posto, [...] loro sempre. Abita con quei corporei e incorporei.
Questa è la parola della ipostasi che uno dovrebbe [...] in questo modo: se [...] con il loro [...]aiutando questi che si mescolano sul [...]manifesto [...]. Se uno lo conosce, lo chiamerà.
Ma ci sono parole, alcuni delle quali sono due, ma altre che esistono singolarmente… … (10 linee virtualmente irrecuperabili) … o secondo quelli che hanno durato. Ed entrambe queste sono separate da loro, o si uniscono l’uno all’ altro
o con se stesse, i dittonghi, o le vocali semplici, o ogni [...] o [...] o [...] esiste appena mentre [...]le consonanti [...]che esistono individualmente fino a dividerli e raddoppiarli. Alcuni hanno la potenza [...] unendo le lettere
che sono consonanti… … (8 linee virtualmente irrecuperabili) … da soli [...] e tre (volte) per le vocali e due volte per le consonanti e una volta per l'intero luogo e con ignoranza per quelli che sono soggetti a cambiamento [...] che si è divenuto [...] insieme con l'intero luogo [...] in- fine. E [...] tutto il [...] sono nascosti, ma sono stati pronunciati apertamente. Non si sono arrestate senza essere rivelato, né si sono arrestate senza dar nome agli angeli. Le vocali uniscono le consonanti, se senza o dentro, [...] dissero che [...] t’insegnano [...] ancora per sempre. Sono state contate quattro volte, (e) sono stati generati che tre volte e sono diventate… … (2 linee mancanti)
Per questi motivi, abbiamo acquistato la sufficienza; perché è giusto che ognuno che acquista potere per se stesso porti frutto e che non gettiamo mai aspersioni sui misteri [...] il [...]. Per [...], che è [...] le anime [...] i segni dello Zodiaco [...] una nuova ipostasi. E la ricompensa che sarà fornita per questo è la salvezza. Ma l'opposto accadrà là a colui chi commette il peccato. Quello che commette il peccato da sé stesso [...] sarà in un [...] in… ... (2 linee mancanti)
… affinché prima che tu esamini quello che <… >, uno potrebbe dire altro circa un potere esaltato e una cono
scenza divina, e una forza cui non si può resistere. Ma esaminerete chi è degno che dovrebbe rivelarle, sapendo che coloro che commettono peccato [...] giù a [...] come essi [...] il Padre [...] quello che è giusto. Non desiderate di dare potere al mondo percettibile. Siete voi che non mi avete assistito, che avete ricevuto la salvezza dal mondo comprensibile? Ma (per quanto riguarda) queste <parole> -guardate voi stessi –non fate [...] loro come a (n)…… capire [...] e prende [...] il resto, io parlerò di loro. La perfezione [...], affinché potesse aumentare [...] che commettono il peccato… (1 linea mancante) … le anime incarnate non li hanno compresi. Quelli che sono sulla terra, così come quelli fuori del corpo, quelle nel cielo, sono più degli angeli. Il posto di cui abbiamo parlato in ogni discorso, queste [...]stelle di [...]… (1 linea mancante) … se già [...] nel [...]. È benedetto [...], se sta guardando ai due, o sta guardando ai sette pianeti, o ai dodici segni dello Zodiaco, o ai trentasei De

cani… … (9 linee virtualmente irrecuperabili) 

Collaboratori