Ispirato alla SCUOLA DI SAGGEZZA fondata da HERMANN KEYSERLING a Darmstadt nel 1920, il Blog propone le iniziative culturali organizzate dalla omonima Associazione Culturale Il blog é agganciato all'omonimo canale Youtube contenente i video Hangout dei webinar gratuiti periodici organizzati da Sabato Scala e dalla sua compagna Fiammetta Bianchi con lo scopo di costruire, partendo dall'ideale della Saggezza, le fondamenta per un radicale rinnovamento dell'umanità .

Le Tre Stele di Seth

Le Tre Stele di Seth

La rivelazione di Dositheos in merito alle tre stele di Seth, padre della generazione vivente e non traballante. Egli le ha viste e comprese. Le ha lette e le ha ricordate. Le ha tramandate agli eletti proprio così come erano scritte in quel luogo. Molte volte ho innalzato lodi con le potenze e fui giudicato degno di queste incommensurabili grandezze. Esse (le stele) suonano così:
La Prima Stele di Seth
Ti benedico, o Padre Geradama, Io sono tuo figlio Emmacha-Seth, che tu hai generato con una nongenerazione, qual benedizione del nostro Dio. Io, infatti, sono tuo figlio e tu, padre mio, sei il mio intelletto. Io ho seminato e generato, ma tu hai visto le grandezze, tu sei intramontabilmente stabile. Io ti benedico, pa
dre. Benedicimi, padre! È a causa tua ch’io esisto. È a causa di Dio che esisti tu. È a causa tua ch’io sono al Suo
cospetto. Tu sei luce. Vedendo la luce, ha rivelato le luci. Tu sei una Mirotheas. Tu sei il mi Mirotheos. Ti benedico come Dio. Benedico la tua divinità. Grande è il bene nato da sé, stabile, il Dio stabile fin dall’inizio. Tu sei venuto attraverso la bontà. Tu ti sei manifestato e hai rivelato la bontà. Io pronuncerò il tuo nome, poiché tu sei un primo nome. Tu sei ingenerato. Tu ti sei manifestato per rivelare gli eterni. Tu sei colui che è. Perciò ti sei manifestato a coloro che veramente sono. Tu sei colui che esprimiamo per mezzo della voce; ma è per
mezzo dell’intelletto che ti glorifichiamo. Tu sei colui che ha potere dappertutto. Perciò ti conosce anche il
mondo sensibile. Tu sei misericordia.
E tu sei di un’altra razza, la quale ê al di sopra di un’altra razza. E ora tu sei di un’altra razza la quale ê al di sopra di un’altra razza. Tu sei di un’altra razza poiché non sei simile. E tu sei misericordia, poiché sei eterno. Tu
sei al di sopra di una razza perché hai fatto conoscere tutto, sebbene a causa della mia discendenza; tu, infatti, la conosci, sai che è posta nella generazione. Ma essi provengono da altre razze, poiché non assomigliano a queste razze. Ma sono al di sopra delle altre razze, poiché sono nella vita. Tu sei un Mirotheos.
Io benedico la tua potenza, che mi fu data. Tu sei colui che fece le sue mascolinità, le quali sono veramente tre volete maschie, tu sei colui che fu diviso nella pentade, colui che ci è stato dato in una triplice potenza, colui che fu generato con una non-generazione, colui che proviene dall’elezione, colui che a motivo dell’umiltà andò fuori dal mezzo.
Tu sei padre, venuto da un padre. Tu sei parola, venuta da un comando. Noi ti benediciamo, o tre volte maschio, poiché tu hai unito il tutto da tutte le cose, poiché tu ci hai dato la forza. Tu vieni dall’Uno attraverso l’Uno. Tu sei partito e sei venuto all’Uno. Tu hai salvato. Tu hai salvato. Tu ci hai salvato, o portatore della co
rona, datore della corona! Eternamente noi ti benediciamo. Noi che siamo stati salvati, ti benediciamo, ognuno di noi secondo la propria perfezione; noi che siamo perfetti per volere tuo; quanti divennero perfetti con te
o perfetto in tutte queste cose, tu che ovunque sei uguale a te stesso, o tre volte maschio. Tu sei stabile. Tu sei
stabile fin dall’inizio. Tu ti sei diviso ovunque, e tuttavia sei rimasto Uno. Tu hai salvato coloro che hai voluto.
Ma tu vuoi salvare tutti coloro che ne sono degni. Tu sei perfetto. Tu sei perfetto. Tu sei perfetto.

La Seconda Stele di Seth
A Barbelo, la madre. Grande è il primo degli eoni. Barbelo, vergine maschio, prima gloria del padre invisibile,
quella che ê detta “perfetta”.
Fin dall’inizio tu hai visto colui che ê veramente il preesistente, che egli è una non-sostanza. Da lui e per mezzo di lui tu sei preesistente, nell’eternità. Non-sostanza proveniente da un’unica indivisibile triplice potenza. Tu sei una triplice potenza, tu sei una grande monade, da una monade pura. Tu sei una monade eletta, la prima ombra del padre santo, luce da luce.
Noi ti benediciamo generatore perfetto, datore degli eoni. Tu hai visto questi eoni ed essi provengono da un’ombra. Tu sei divenuto multiplo, ma non hai cessato di essere Uno. Tu sei multiplo e diviso. Tu sei triplo. Veramente tu sei triplo. Veramente tu sei Uno dall’Uno. Tu provieni dalla sua ombra, tu sei nascosto, tu sei un mondo di conoscenza. Sai che quanti appartengono all’Uno provengono da un’ombra costoro tu li hai nella
mente.
Per amor loro, hai dato forza agli eoni nella sostanzialità; alla divinità tu hai dato forza nella vitalità;
all’intellezione hai dato forza nella bontà; nella beatitudine hai dato forza alle ombre che scaturiscono dall’Uno; a Uno hai dato forza nella conoscenza; all’altro hai dato forza nella creazione. Tu hai dato forza a quello che è uguale, e a quello che uguale non è; a quello che è simile, e a quello che non è. Tu hai dato forza nella generazione con delle forme di ciò che esiste. Tu hai dato forza a questi. Egli è colui che è nascosto là
nell’intelligenza. Tu sei venuto verso costoro, e da questi torni indietro. Tu sei diviso tra loro; e tu sei diventa
to un primo-manifestato, grande virile intelletto.
O padre divino, o divino fanciullo, o generatore della molteplicità secondo la divisione di tutti coloro che esistono veramente! A tutti ti sei manifestato nella parola. E tutti abbracci nella non-generazione e nell’eternità senza fine.
È per mezzo tuo che venne a noi la salvezza. Da te proviene la salvezza. Tu sei la sapienza. Tu sei la conoscen
za. Tu sei la verità. È per mezzo tuo che c’ê la vita. Da te proviene la vita. È per mezzo tuo che c’ê l’intelletto. Da te proviene l’intelletto. Tu sei un intelletto, tu sei un mondo, tu sei la verità. Tu sei una potenza triplice; tu
sei un triplo; tu sei veramente triplice. Tu eone da eoni. Tu solo vedi con purezza i primi eoni e i non generati.
Ma le prime divisioni sono come tu sei stato diviso. Uniscici, così come tu sei stato unito. Ammaestraci su ciò che tu vedi. Concedici forza affinché siamo salvati per la vita eterna. Noi, infatti, siamo un’ombra di te, così come anche tu sei un’ombra del primo preesistente Uno. Per prima cosa, ascoltaci! Noi siamo eoni. Ascoltaci! Ognuno ê individualmente perfetto. Tu sei l’eone degli eoni; l’interamente perfetto, colui che è stabile.
Tu hai esaudito! Tu hai esaudito! Tu hai salvato! Tu hai salvato! Noi ti ringraziamo! Noi ti benediciamo in ogni momento! Noi ti glorificheremo!

La Terza Stele di Seth
All’essere supremo, il padre. Rallegriamoci! Rallegriamoci! Rallegriamoci! Abbiamo visto! Abbiamo visto! Abbiamo visto colui che è veramente il preesistente; colui che veramente è, essendo il primo eterno. O ingenerato, è da te che provengono gli eterni e gli eoni, gli interamente perfetti, coloro che sono stabili, e i singoli perfetti.
Noi ti benediciamo, o non-sostanza, o esistenza anteriore alle altre esistenze, o prima sostanza anteriore alle (altre) sostanze, padre della divinità e della vitalità, creatore dell’intelletto, elargitore del bene, elargitore della beatitudine!
Ti benediciamo tutti, o conoscitore, con una benedizione pura, per mezzo del quale esistono tutti costoroche ti conoscono esclusivamente per mezzo tuo. Non c’ê, infatti, alcuno che agisca prima di te. Tu sei lo spirito unico e vivente. E tu conosci l’Uno, perché quest’Uno, che ti appartiene, ê ovunque. Noi non possiamo nominarlo. Su di noi, infatti, splende la tua luce.
Prescrivici un comando affinché ti vediamo, affinché siamo salvi. Conoscere te, è la salvezza di tutti noi. Prescrivici un comando! Allorché ci prescrivi un comando, noi siamo salvi. Siamo veramente salvi. Abbiamo visto
te con l’intelletto. Tu sei tutti loro, poiché tu li salvi tutti; tu che non sei stato salvato, né hai salvato per mezzo
di loro. Tu, infatti, ci hai prescritto un comando.
Tu sei Uno. Tu sei Uno. Cosicché c’ê chi ti dirà: Tu sei Uno! Tu sei l’unico spirito vivificante. Come ti daremo un nome? Noi non l’abbiamo. Tu, infatti, sei l’esistenza di tutti. Tu sei la vita di tutti loro. Tu sei l’intelletto di tutti loro. Tu, infatti, sei colui nel quale tutti gioiscono.
Per tutti costoro tu hai prescritto un comando, affinché si salvassero per opera della tua parola. Tu, prima gloria presso di lui. Tu nascosto. Tu beato Senaon generato da te stesso. Fneus, Fneus, Fneus, Optaon, Elemaon, la grande potenza, Emouniar, Nibareus, Kandeforos, Afredon, Deifaneus; tu sei per me Armedon, o generatore di potenza, Thalantheus, Antitheus, tu che esisti in te stesso, tu che sei anteriore a te stesso, e dopo di te non c’è alcuno in condizione di agire.
Come possiamo benedirti? Non ne abbiamo la forza. Ma, umili davanti a te, ti ringraziamo, poiché a noi, che siamo gli eletti, ci hai prescritto il comando di glorificarti. Così, per quanto possiamo, noi ti benediciamo, perché ci hai salvato. Ti diamo gloria in ogni momento. Ti daremo gloria per questo: affinché siamo salvati con
una salvezza eterna. Ti abbiamo benedetto perché ce ne fu data la forza. Siamo stati salvati, perché tu l’hai vo
luto in ogni momento. Ecco ciò che noi tutti facciamo.
Abbiamo fatto tutto questo. [] Non a [ eone ], quello che era [], noi e coloro che []. Colui che si ri
corderà di questi tre esseri divini e li glorificherà in ogni momento, costui sarà perfetto tra i perfetti e sarà esente da sofferenza, come un essere estraneo a tutte le cose terrene. Tutti costoro, ognuno individualmente e tutti insieme, li (i tre esseri divini) benedicono. Dopo resteranno in silenzio. E salgono come fu loro prescritto. Dopo il silenzio, discendono. Dalla terza benedicono la seconda; dopo queste la prima. La via della salita è la stessa via della discesa.
Voi, dunque, destinati alla vita, sappiate che avete vinto. Voi stessi avete imparato cose infinite. Stupitevi della verità che si trova in esse, e della rivelazione.

Le Tre Stele di Seth
Questo è il libro della paternità.
L’ha scritto il figlio.

Benedicimi me, o padre. Io ti benedico, o padre. In pace. Amen. 

Collaboratori