Ispirato alla SCUOLA DI SAGGEZZA fondata da HERMANN KEYSERLING a Darmstadt nel 1920, il Blog propone le iniziative culturali organizzate dalla omonima Associazione Culturale Il blog é agganciato all'omonimo canale Youtube contenente i video Hangout dei webinar gratuiti periodici organizzati da Sabato Scala e dalla sua compagna Fiammetta Bianchi con lo scopo di costruire, partendo dall'ideale della Saggezza, le fondamenta per un radicale rinnovamento dell'umanità .

La Testimonianza di Verità

La Testimonianza di Verità

Parlerò a coloro che sanno ascoltare, non con gli orecchi del corpo, ma con gli orecchi della mente. Perché molti hanno cercato la verità e non hanno potuto trovarla; perché sono stati presi dalla stretta di quelli del vecchio Lievito dei Farisei e degli Scribi. Illievito è il desiderio errante degli angeli, dei demoni e delle stelle. Per quanto riguarda i Farisei e gli scribi, sono quelli che appartengono agli arconti che hanno autorità sopra loro.
Perché nessuno che sia secondo la legge potrà guardare alla verità, dato che non potrà servire due padroni. Perché la contaminazione della legge è manifesta; ma la purezza appartiene alla luce. La legge comanda di prendere un marito (o) di prendere una moglie per generare, moltiplicarsi come la sabbia del mare. Ma la passione, che è un piacere per loro, costringe le anime di coloro che generano in questo luogo, coloro che si contaminano e coloro che sono contaminati, affinché la legge possa essere compiuta con loro. Ed affermano di stare aiutando il mondo; e si voltano via dalla luce, perché non riescono a passare oltre gli arconti della oscurità fino a che non paghino fino all'ultimo denaro.
Ma il figlio dell'Uomo ê venuto avanti dall’Immortalità, essendo estraneo alla corruzione. È venuto al mondo
dal fiume Giordano ed immediatamente il Giordano si è volto indietro. E Giovanni fu testimone della discesa di Gesù. Perché egli è colui ha visto la potenza che è scesa sul fiume Giordano; perché ha saputo che il dominio della procreazione carnale era finito. Il fiume Giordano è il potere del corpo, cioè dei sensi del piacere. L'acqua del Giordano è il desiderio di rapporti sessuali. Giovanni è il arconte del grembo.
E questo è ciò che il Figlio dell'Uomo ci rivela: è giusto che voi riceviate la parola di verità, se la riceverete nella perfezione. Ma per quanto riguarda uno chi è nell'ignoranza, è difficile che lui riduca le opere di oscurità
che ha compiuto. Coloro che hanno conosciuto l’Immortalità, tuttavia, hanno potuto lottare contro le passioni [...]. Vi ho detto, “non costruire né riunirvi nel luogo in cui i briganti possono aprire brecce, ma producete frutti al Padre”.
L'insensato -pensa nel suo cuore, che se confessa, “Noi Siamo cristiani” soltanto con la parola (ma) non con potenza, si pone sopra all'ignoranza, di una morte umana, non sa dove sta andando né chi è Cristo, e pensa di vivere, quando ê (realmente) nell’errore -affrettandosi verso i dominatori ed i governanti.
Essi cadono nelle loro frizioni a causa dell'ignoranza che è in loro. Perché (se) le sole parole che portano la testimonianza fossero generatrici di salvezza, il mondo intero resisterebbe a queste cose e sarebbe salvato. Ma è
in questo modo che essi hanno attirato l'errore si se stessi. …
… (3 linee mancanti) … non sanno che si distruggeranno. Se il Padre dovesse volere un sacrificio umano, diventerebbe vanaglorioso.
Perché il Figlio dell'Uomo si ê coperto con il loro primo frutto; ê sceso giù nell’Ade ed ha realizzato molte opere vittoriose. Ha resuscitato i morti in esso; e il mondo dei dominatori dell’oscurità é divenuto invidioso di lui, dato che non gli hanno trovato peccato. Inoltre ha distrutto le loro opere fra dagli uomini, di modo che lo zoppo, il cieco, il paralitico, il muto, (e) il posseduto dai demoni fosse guarito. Ed ha camminato sulle acque del mare. Per questo motivo ha distrutto la sua carne da [...] che lui [...]. E si è trasformato in salvezza [...] di
[...] la sua morte…
… (4 linee mancanti) … tutti [...] quanto sono numerosi! Sono guide cieche, come i discepoli. Si sono imbarcati sulla nave; a circa trenta stadi, hanno visto Gesù camminare sul mare.

Questi sono martiri vuoti, poiché testimoniano soltanto a se stessi. Sono ammalai e non possono alzarsi.
Ma quando essi sono “perfezionati„ con la morte di un (martirio), questo ê il pensiero che serbano in loro: “Se ci trasportiamo sopra la morte, per il (solo) Nome saremo salvati.” Questi argomenti non sono stabiliti in questo modo. Ma attraverso l’ufficio delle stelle erranti dicono che “hanno completato” il loro “corso” e [...] dicono [...]. Ma questi [...] si sono consegnati…
… (7 linee mancanti)
… ma assomigliare a [...] loro. Non hanno la parola che dia la vita ed alcuni dicono, “l'ultimo giorno noi certamente risorgeremo.” Ma non sanno cosa stanno dicendo, dato che l'ultimo giorno è quando quelli che appartengono a Cristo [...] la terra, che è [...]. Quando il tempo é compiuto, ha distrutto il loro arconti delle oscurità [...] …anime
… (10 linee mancanti)
… si ê levato in piedi [...]hanno chiesto che in cosa sono stati limitati e come potrebbero liberarsi correttamente. E sono venuti a sapere, chi sono, o piuttosto, dove sono ora e che cosa è il luogo in cui si riposeranno dalla loro incoscienza, giungendo alla conoscenza. Costoro Cristo li condurrà alle altezze, poiché hanno ri
nunciato alla stoltezza (ed sono) avanzati nella conoscenza. E coloro che hanno conoscenza… … (11 linee mancanti) … la grande [...]resurrezione [...], egli ê venuto a conoscere il Figlio dell'Uomo, cioê ê venuto a conoscersi.
Questa è la vita perfetta, che l'uomo conosca se stesso per mezzo del Tutto.
Non attendete, quindi, il resurrezione carnale, che è distruzione; Non sono svestiti di essa (la carne) coloro che sbagliano nell’attendere un resurrezione che ê vuota. Non conoscono la potenza di Dio, né capiscono l'interpretazione delle scritture, a causa della loro doppia inclinazione. Il mistero del quale il Figlio dell'Uomo ha
parlato, [...], affinché [...] distruggano… … (2 linee mancanti) … uomo che [...]il libro, che ê scritto [...] perciò essi hanno… … (1 linea mancante) … ha benedetto [...] in loro ed abitano dinanzi a dio sotto il giogo luminoso.
Quelli che non hanno la vita dando parola nel loro cuore moriranno; e nel loro pensiero sono diventati manifesti al Figlio dell'Uomo, secondo il modo della loro attività e del loro errore [...] di questa specie. Essi [...] poiché dividono il [...] e non capiscono che il Figlio dell'Uomo sta venendo.
Ma quando sono venuti fino al sacrificio di [...], muoiono in un senso umano e si trasportano… … (2 linee mancanti) … una morte…

… (3 linee mancanti)
… coloro che [...], sono molti [...], ognuno [...]devia[...]guadagno[...]la loro mente. Coloro che lo ricevono per
se stessi con il rettitudine, potenza, e ogni conoscenza sono quelli che si trasferiranno alle altezze, sino alla vita eterna.
Ma per coloro che lo ricevono su se stessi con ignoranza, i piaceri che sono corruzione, prevalgono su di loro.
È quella gente che ê solita dire; “Dio ha generato le membra per il nostro uso, affinché noi crescessimo in corruzione e perché potessimo goderne.” Ed inducono Dio a partecipare con loro in questa specie di atti; e non sono risoluti sulla terra. Né raggiungono il cielo, ma[...] il luogo vuole [...]quattro …
… (3 linee mancanti)
… inestinguibile… … (3 linee mancanti)
… la parola [...] sul fiume Giordano, quando è venuto allora a Giovanni lui lo battezzò. Lo spirito santo è sceso su lui come una colomba [...] accettò per noi stessi di nascere da una vergine ed ha presse carne; lui [...] avendo ricevuto la potenza. Noi anche siamo stati generati da uno stato verginale o siamo stati concepiti dalla parola? Piuttosto, siamo stati generati nuovamente dalla parola.
Quindi rinforziamoci come vergini nel [...].
L'abitazione dei maschi [...]la vergine, per mezzo di [...] nella parola [...].
Ma la parola [...] e lo spirito…
… (4 linee mancanti)
… ê il padre [...] per l'uomo…
… (1 linea mancante)
… come Isaia, che fu tagliato con una sega, (e) si ê trasformato in due. Così anche il Figlio dell'Uomo ci divide dalla parola della croce. Divide il giorno dalla notte, la luce dalla oscurità, il corruttibile dall’incorruttibile e divide i maschi dalle femmine. Ma Isaia è il modello del corpo. La sega è la parola del Figlio dell'Uomo, che li separa dall'errore degli angeli.
Nessuno conosce il Dio della Verità tranne l'uomo che abbandona tutte le cose del mondo, rinunciando al intero luogo, (e) aggrappandosi al lembo del suo vestito. Si è consolidato con potenza; ha sottomesso il desiderio in ogni forma all'interno di sé. Ha [...] ed ha girato verso lui [...], avendo anche esaminato [...] nel divenire
[...]la mente. E lui [...] dalla sua anima [...] là [...] egli ha…
… (1 linea mancanti)
… in che senso [...] la carne che [...] in che senso [...] fuori da esso e quante potenze possiede? E chi ê quello che lo ha limitato? E chi è quello chi lo libererà? E che cosa è la luce? E che cosa è la oscurità? E chi è colui che lo ha generato la terra? E chi è Dio? E chi sono gli angeli? E che cosa è anima? E che cosa è spirito? E dove è la voce? E chi è colui che parla? E chi è quello ascolta? Chi è colui che dà il dolore? E chi è quello che soffre? E chi è colui che ha generato la carne corruttibile? E che cosa è il dominio? E perché alcuni sono zoppi, altri sono ciechi ed alcuni [...] ed alcuni [...] ed alcuni ricchi ed altri poveri? E perché alcuni sono impotenti, alcuni

briganti? …
… (4 linee mancanti)
… egli ha [...] come egli ancora [...], combattendo contro i pensieri degli arconti, delle potenze e dei demoni,
non dando loro un posto in cui riposare. Ma ha lottato contro le loro passioni [...], lui ha condannato il loro errore. Ha pulito la sua anima dalle trasgressioni che aveva commesso con una mano straniera. Si è levato in piedi in su, stando dritto all'interno di se, perché esiste in tutto e perché ha la morte e la vita dentro di se ed esiste in mezzo a entrambe. E quando aveva ricevuto la potenza, si è voltato verso le parti della destra ed ha preso parte alla verità, abbandonando tutte le cose pertinenti la parte sinistra, che è riempita di saggezza, di consiglieri, di conoscenza e di comprensione e di potenza eterna. Ed ha rotto i suoi legacci. Coloro che avevano creato il luogo intero, li ha condannati. Ma non hanno trovato [...] nascosto presso lui.
Ed ha dato l'ordine a se stesso; ha cominciato a conoscersi e parlare con la sua mente, che è il Padre della verità, riguardo agli eoni ingenerati ed riguardo al vergine che ha causato la luce. E ha riflettuto riguardo la potenza che ha circondato l’intero posto e che lo tiene stretto. Ed ê un discepolo della sua mente, che è maschile. Ha cominciato a mantenere il silenzio all'interno di se fino al giorno in cui dovrebbe divenire degno di essere ricevuto in alto.
Rifiuta per sé la loquacità, le dispute e resiste all’intero luogo; sopporta sotto di loro e resiste a tutte le cose diaboliche. Ed è paziente con ognuno; si rende uguale a ognuno ed inoltre si separa da loro. E quello che qualcuno desidera, egli lo porta, affinché possa divenire perfetto (e) santo. Quando il [...], lui lo ha afferrato, avendolo limitato [...] ed è stato riempito di saggezza. Ha dato testimonianza alla verità [...] il potere ed è entrato nella Immortalità, nel posto da dove è venuto avanti, ha lasciato il mondo, che ha l'apparenza della notte ed quelli che girano le stelle. Questa, quindi, è la vera testimonianza: Quando l'uomo conosce se stesso e Dio, che è sopra la verità, sarà conservato e lo coronerò con la corona che non appassisce.
Giovanni fu generato dal mondo attraverso una donna, Elisabetta; e Cristo fu generato dal mondo attraverso una vergine, Maria. Qual è (il significato di) questo mistero? Giovanni fu generato per mezzo di grembo consunto dagli anni, ma Cristo è passato tramite il grembo della vergine. Quando ebbe concepito, ha dato alla luce il Salvatore. Inoltre, è stata trovata essere ancora vergine. Perché, allora (pl.) errate e non cercare riguardo questi misteri, che furono rappresentati simbolicamente nel nostro interesse?
È scritto nella legge riguardo a questo, quando Dio ha dato un ordine a Adamo, “da ogni albero potete mangiare, ma dall'albero che è in mezzo del Paradiso non mangiate, perché il giorno che mangerete da esso, certamente morirete.” Ma il serpente era il più saggio di tutti gli animali che erano nel Paradiso ed persuase Eva, dicendo, “il giorno in cui mangerete dall'albero che è in mezzo a Paradiso, gli occhi della vostra mente saran-no aperti.” E Eva obbedì e allungò la sua mano; prese dall'albero e mangiò; quindi ne diede a suo marito con
lei.
Ed immediatamente seppero che erano nudi ed presero qualche foglia di fico (e) la misero su di loro come cinture. Ma Dio è venuto nel tempo della sera, camminando nel Paradiso. Quando Adamo lo vide, si nascose. Ed Egli disse, “Adam, dove sei?” Lui rispose, “Sono sotto l’albero di fico.” Ed da quel momento, Dio seppe che aveva mangiato dall'albero riguardo al quale aveva comandato, “non mangiare da esso.” E gli disse, “chi ê colui che te lo ha insegnato?” Ed Adam risposte, “la donna che mi avete dato.” E la donna disse, “ê il serpente che mi ha istruito.” E (Dio) maledisse il serpente e lo ha denominato “il diavolo.” Ed disse, “Maledetto, Adamo ê diventato come uno di noi, conoscendo il male ed il bene.” Allora disse, “Lasciate il Paradiso, in modo che non prendiate dall'albero di vita e mangiate di esso e possiate vivere (così) per sempre.”

Ma che specie di dio è questo? In primo luogo ha rifiutato con cattiveria ad Adamo il consumo dell'albero del
la conoscenza ed in secondo luogo, ha detto “Adamo, dove sei?” Dio non ha conoscenza? Non lo sapeva dall'inizio? Ed in seguito, egli disse, “mandiamolo via da questo posto, affinché non mangi dell'albero di vita e viva per sempre.” Certamente, si ê prostrato essere rancoroso e cattivo! Che genere di dio ê questo? Perché grande è la cecità di coloro che hanno letto e non lo hanno conosciuto. Ed disse, “sono un dio geloso”;
Porterò i peccati dei padri sui figli fino a tre (e) quattro generazioni.” Ed disse, “renderò il loro cuore spesso ed
indurrò la loro mente facendoli diventare ciechi, così che non potranno conoscere né comprendere le cose che sono dette.” Ma queste cose che le ha dette a coloro che credono in lui e lo servono!
Ed in un posto, Mosê scrive, “lui ha reso il diavolo un serpente <per> quelli che sono nella sua generazione.” Inoltre, nel libro che è chiamato “Esodo,” ê scritto così: “Ha lottato contro i maghi, quando il posto era pieno di serpenti secondo la loro malvagità; e l'asta che era nella mano di Mosè si è trasformata in un serpente, (e)
inghiottì i serpenti dei maghi.” È scritto ancora (Numeri 21:9), “fece un serpente di bronzo (e) lo ha appese su un palo… … (1 linea mancante) … che [...] per quello chi guarderà a questo serpente di bronzo, nessun lo distruggerà e quello chi crederà in
questo serpente bronzo sarà risparmiato. “Perché questo ê Cristo; coloro che hanno creduto in lui hanno ricevuto la vita. Coloro che non hanno creduto moriranno.
Che cosa, allora, ê questa fede? Non servono… … (16 linee mancanti) … e voi (pl.) [...] [...] e voi non comprendete il Cristo spirituale quando dite, “crediamo in Cristo”. Perché que
sto è il senso delle cose che Mosè scrive in ogni libro. Il libro della generazione di Adamo è scritto per coloro che sono nella generazione della legge. Seguono la legge e le obbediscono e… … (1 linea mancante) … insieme al…
pp. 51-54 del codice quasi completamente mancanti
… l’ogdoade, che ê l'ottavo e quello da cui potremmo ricevere quel posto di salvezza. “Ma non conoscono che
cosa è la salvezza, ma entrano nella sfortuna e in un [...] nella morte, nelle acque. Questo è il battesimo della
morte che osservano… … (6 linee mancanti) … venire alla morte [...] e questo ê [...] secondo… … (linee 19 fino alla estremità della pagina mancanti)

… completò il corso di Valentino. Egli stesso parla della Ogdoade ed i suoi discepoli assomigliano ai discepoli di Valentino. Dalla loro parte, inoltre, [...] lasciano il bene, ma offrono culto agli idoli… … (8 linee mancanti) … ha detto molte parole ed ha scritto molte parole dei libri [...]… … (linee 16 mancano fino la estremità della
pagina)
… esse manifestano la confusione in cui sono, nell’inganno del mondo. Per questo vanno in quel posto, insie
me alla loro conoscenza, che è inutile. Isidoro anche, suo figlio, assomiglia a Basilide. Anche lui [...] molti e lui [...], ma lui non fa [...] questo [...] altri
discepoli [...]cieco [...], ma ha dato loro [...]i piaceri … … (linee 16 mancanti fino alla estremità della pagina) … non acconsentono con ciascun altro. Perché i Simoniaci prendono mogli e generano figli; ma il [...] si
astengono dalla loro [...]natura [...] una passione [...]le gocce di [...] ungono loro… … (1 linea mancante) … che [...] acconsentono a vicenda [...] lui [...]…loro … (linee 14 fino alla estremità della pagina mancanti) … i giudizi [...] questi, a causa del [...] loro [...]degli eretici [...]scismi [...] ed i maschi [...] sono uomini [...] ap
parterranno ai mondo dei dominatori dell’oscurità… … (1 linea mancante) … del mondo… … (1 linea mancante) … hanno [...] gli arconti [...]potenze … … (1 linea mancante) … giudicarli [...]. Ma le [...]parole di… … (linee 20 mancanti fino alla fine della pagina) … parlare, mentre essi [...] divengono [...] in un fuoco inestinguibile [...] sono puniti. Ma questi che provengono dalla generazione del Figlio dell'Uomo hanno rivelato al [...] in tutti gli affari… … (2 linee mancant1) … Ma ê difficile [...] da trovare un [...] e due… … (2 linee mancanti) … Perciò il Salvatore disse ai suoi discepoli, [...] uno in… … (linee 19 fino all’estremità della pagina mancanti)

… e lui ha [...]saggezza, come pure i consiglio, comprensione, intelligenza, conoscenza, potenza e la verità. Ed ha qualche [...] dall’alto[...], il posto dove il Figlio dell'Uomo… … (2 linee mancanti) … potenza [...] si guarda da … … (linee 14 mancano fino alla fine della pagina) … Egli conosce [...] comprende… … (1 linea mancante) … degno di lui [...] vero [...]straniero [...]. Ma [...], insieme con [...]malvagità in… … (2 linee mancanti) … ha ricevuto il battesimo [...] e quelli che… … (linee 13 mancanti fino alla fine della pagina)
pp. 63-64 del codice mancano
… in un sogno [...]argento [...]. Ma [...] diviene ricco [...]fra le autorità… … (1 linea mancante) … Ma il sessantesimo [...], così [...]mondo [...]essi[...]oro … … (18 linee mancanti) … essi pensano… … (1 linea mancante) … siamo stati liberati dalla carne. … … (1 linea mancante) … non girarlo a [...] Gesù… … (1 linea mancante) … il inizio [...] un figlio… … (1 linea mancante) … fuori di [...], che ê il modello [...] luce di… … (16 linee mancanti) … per trovare dal [...]la corruzione che… … (1 linea mancante)

… non blasfemo [...] loro non, né c’ê alcun piacere né alcun desiderio, né possono controllarli. Sarebbe giusto
che dovessero diventare incontaminati, in modo che possano mostrare a ognuno che provengono dalla generazione del Figlio dell'Uomo, poiché è riguardo loro che il Salvatore ha dato testimonianza. Ma coloro che provengono dalla semenza di Adamo si manifestano attraverso i loro atti, che sono le loro opere. Non hanno desistito dal desiderio che è perverso [...]. Ma qualche [...] i cani [...] gli angeli per [...] che essi generano [...]
verrà [...] con i loro…
… (9 linee mancanti)
… muove come loro [...] dal giorno in cui generano figli. Non solo quello, ma ha hanno rapporti mentre allat
tano. Ma altri sono raggiunti nella morte di [...]. Sono trascinati <ogni volta> in qualche modo, (e) si compiacciono della ingiustizia di Mammona. Prestano i soldi ad interesse; sprecano il tempo; e non lavorano. Ma chi è il padre di Mammona è (anche) padre dei rapporti sessuali.
Ma colui che riesce a rinunciare alle loro esposizioni proviene dalla generazione del Figlio dell'Uomo, (e) ha il potere di accusarli. [...] trattiene [...]le parti in [...] nella cattiveria e rende l'esterno come l'interno.
Assomiglia ad un angelo che…
… (1 linea mancante)
… potere [...] disse loro. Ma quello…
… (5 linee mancante)
E essendosi ritirati [...]sono divenuti silenziosi, interrompendo loquacità e dispute. Ma colui che ha trovato la vita offerta dalla parola e colui che ha conosciuto il Padre della Verità, ha raggiunto il riposo; ha cessato la ricerca, ha trovato. E quando ha trovato, è divenuto silenzioso. Poche sono le cose che è solito dire a quelli ai quali [...] con la loro mente intellettuale il [...].
Ci sono alcuni, che venendo alla fede, ricevono un battesimo sulla terra col quale essi hanno speranza di sal
vezza, che denominano “il sigillo„” non sapiente che i padri del mondo sono manifesti (dentro) quel posto. Ma
egli stesso conosce che egli è il sigillo Per questo il figlio dell'uomo non battezzò alcuno dei suoi discepoli. Ma [...], se coloro che sono battezzati lo fossero per la vita, il mondo diventerebbe vuoto. Ed i padri del battesimo divennero corrotti.
Ma il battesimo della verità è qualcos'altro; è tramite le rinuncia del mondo che esso viene trovato. Ma coloro che dicono soltanto con la lingua che stanno rinunciando, stanno mentendo e stanno avvicinandosi al luogo della paura.
Inoltre, essi sono sottomessi all'interno di esso. Appena a colui che sono è affidato per essere condannato, otterrà qualcosa!
Altri hanno demoni che abitano con loro, come il re David. Egli è colui chi ha posto il fondamento di Gerusa
lemme; ed suo figlio Salomone, che generò nell’adulterio, ê quello chi ha costruito Gerusalemme per mezzo di
demoni, perché ha ricevuto potere. Quando terminò la costruzione, imprigionò i demoni
nel Tempio. Li disposti in sette giare per l’acqua. Sono rimasti un molto tempo nelle giare, abbandonati là.
Quando i Romani giunsero a Gerusalemme, scoprirono le giare ed immediatamente i demoni uscirono dalle giare, e fuggirono dalla prigione. E le giare rimasero da allora pure. E da quei giorni, abitano con gli uomini che sono nell'ignoranza e sono rimasti sulla terra.

Chi, allora ê Davide? E chi ê Salomone? E cos’ê la fondazione? E cosa sono le mura che circondano Gerusalemme? E chi sono i demoni? E cosa sono le giare? Chi sono i romani? Ma questi misteri…
... (11 linee mancanti)
... vittorioso sul [...] il Figlio dell’Uomo [...] puro ...
... (3linee mancanti) ... ed egli [...] quando egli[...]. Per [...] è grande ... ... (1 line mancanti)) ... la loro natura ... ... (1 linea Mancant))
… quelli che [...] tutto in un [...] benedetto ed essi [...] come una salamandra. Entra nel fuoco ardente che si brucia grandemente; scivola nella fornace…
... (13 linee mancanti) ... la fornace ... ... (1 linee mancanti) ... il limite[...], che potrebbero vedere [...] le la potenza [...] sacrificio. Grande è il sacrificio ... ... (2 linee mancanti) ..., ma in un [...] in disparte [...]. E il Figlio dell’Uomo [...], ed egli è divenuto manifesto attraverso la costruzio
ne della fontana della immortalità. ... ... (1 linea mancante) ...egli è puro ed egli è [...]. Un uomo libero non è invidioso. Egli è lontano da tutto, da ogni audacia, ogni invi
dia di potere del quale è grande [...] è un discepoli [...] modello di legge [...] questi [...] solo ... ... (2 linee mancanti)) ... essi si collocano sotto un [...] un insegnamento ... ... (1 linea mancante) … il suo insegnamento, dice, “anche se un angelo venuto dal cielo vi annunciasse altro da quello che abbiamo
vi abbiamo annunciato, sia per lui anatema” (Galati 1:8) non lasciando il [...] dell'anima che [...]libertà [...].
Perché sono ancora immaturi [...]non possono mantenere questa legge che opera per mezzo di queste eresie benché non siano loro, ma le potenze di Sabaoth -per mezzo del [...] le dottrine [...]sono stati gelosi di alcuni

[...] legge in Cristo. Coloro che vogliono [...] potenza [...] raggiungono il [...] dodici giudici [...] loro [...] la fontana della immortalità… … (3 linee mancanti) … affinché… … (3 linee mancanti) … buon [...] il luogo intero. [...] là i nemici. Egli battezza se stesso e il [...] ê diventato divino; ê volato in altro,
(e) non lo hanno afferrato. [...] là i nemici [...], poiché per loro non era possibile portarlo nuovamente giù. Se ogni [...] lo afferra con ignoranza, presente a coloro che insegnano nei angoli per mezzo di cose incise e trucchi astuti, non sono [...] in grado.
pp. 75-76 del codice mancante 

Collaboratori